Indennità bonus €. 600,00

      Il messaggio INPS n. 1288/20.03.2020 ha fornito i primi chiarimenti relativi all’indennità “una tantum” di €. 600,00, per il mese di Marzo 2020, a favore dei liberi professionisti titolari di partita iva, lavoratori titolari di rapporti di co.co.co. (art. 27) e ai lavoratori autonomi (art. 28).

     Sono ammessi a tale agevolazione i soggetti iscritti alla Gestione Separata o all’Ago (gestione artigiani e commercianti) per i lavoratori autonomi, che non siano titolari di pensione o che non siano iscritti ad altra gestione previdenziale (per quanto riguarda gli agenti di commercio, il sottosegretario al MEF – prof.ssa Cecilia Guerra – ha dichiarato che hanno diritto all’indennizzo).

     I soggetti ammessi dovranno presentare domanda in via telematica all’INPS, mediante i canali messi a disposizione sul sito www.inps.it. L’Istituto informa che la procedura sarà resa disponibile entro la fine del mese di marzo (siamo in attesa che venga emessa Circolare)

     Nel frattempo, si segnala che per poter trasmettere la domanda occorre essere in possesso delle credenziali per l’accesso all’area riservata. (Al momento non si conosce se potremo agire noi, con la delega “ordinaria” conferitaci).  Pertanto, al fine di poter trasmette la domanda entro i termini (che verranno definiti nella circolare INPS) è necessario provvedere quanto prima all’ottenimento dei codici di accesso che possono essere di due tipi:

  • PIN ordinario: non da diritto alla trasmissione delle domande ma ne sospende la decorrenza dei termini;
  • PIN dispositivo, appositamente introdotto per l’inoltro delle domande e per la richiesta di benefici.

     Quest’ultimo, che verrebbe immediatamente rilasciato presso le sedi INPS, in considerazione delle difficoltà dettate dalle misure restrittive introdotte per l’emergenza Covid-19, può anche essere ottenuto mediante conversione del PIN ordinario ottenuto tramite procedura online o call center.