Emergenza COVID-19: Aggiornamenti

Circolare  n. 10/21.03.2020 p.c.

     Facendo seguito alla ns. circolare n. 9/17.03.2020, e precisamente a quanto indicato con riferimento all’art’68 del D.L. 18/2020, con riferimento alle FAQ  (Frequenty Asked Questions) dell’Agenzia Entrate-Riscossione  (Ader), trasmesse nella serata di venerdì 20/03/2020, si comunica, a coloro che ne hanno interesse:

  • sono sospesi i pagamenti delle rate dei piani di dilazione in corso in scadenza dall’8 marzo al 31 maggio 2020. (FAQ n. 4).

Le somme dovranno essere pagate entro il 30 giugno 2020 in un’unica soluzione. Il piano poi proseguirà ordinariamente (fermo restando che il piano non decade fintanto che non risultano versate n. 5 rate).

     Altra conferma dell’interpretazione (FAQ n. 3) riguarda la sospensione dei pagamenti delle cartelle in scadenza in questo periodo. A tal proposito, la norma testualmente rinvia i versamenti alla fine del mese di giugno, precisando però che dovranno essere in «un’unica soluzione».

La previsione lasciava qualche perplessità atteso che in assenza di tale sospensione, la norma prevede ordinariamente la possibilità di richiedere la dilazione del dovuto. Risultava pertanto singolare che un decreto finalizzato ad aiutare i contribuenti, di fatto, li penalizzasse escludendo la dilazione.

Purtroppo, però, anche l’Agenzia della riscossione ha confermato tale restrittiva interpretazione. Di conseguenza le cartelle di pagamento scadenti tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020, potranno essere saldate entro fine giugno, ma solo in un’unica soluzione.

Tuttavia, é precisato che prima della scadenza è sempre possibile richiedere la rateazione attraverso il portale internet.

     Infine, tra i chiarimenti forniti con le FAQ, l’Agenzia ha precisato che slittano al 31 maggio i pagamenti di rottamazione-ter (scadente il 28 febbraio) e del saldo e stralcio (scadente il 31 marzo).

ATTENZIONE, però, la rata della rottamazione-ter con scadenza a maggio, per il momento non gode di alcuno slittamento, con la conseguenza che il contribuente dovrà regolarmente versarla per non perdere i benefici previsti con la particolare procedura.

                                                                                  Carlucci Colucci & Partners srl